Lusso

Un viaggio di lusso nelle haciendas in Messico

6 Mar , 2012  

Il Messico, meta ideale per un viaggio di lusso all’insegna del relax del mare e della cultura. La penisola dello Yucatan è ricca di siti archeologici, di meravigliose spiagge, di riserve naturali e di suggestive città coloniali, ma il vero lusso sta nello scegliere un soggiorno unico, all’interno delle classiche haciendas del Messico.

Le haciendas erano antiche cittadelle dei latifondi messicani, fattorie per la coltivazione e la cura del bestiame, ma anche magnifiche ville abitate dai signori del luogo. Oggi rivivono in tutto il loro splendore come moderni alberghi di lusso immersi nella giungla tropicale, presso i principali siti archeologici dei Maya o vicino al mare. Arredamenti in perfetto stile naturale, colori fiammeggianti e vivacissimi, escursioni previste ogni giorno, massaggi, relax e la possibilità di poter soggiornare presso affascinanti strutture dal sapore storico.

E in più potrete visitare tutto ciò che di meglio il Messico offre: se amate l’archeologia non vi lascerete scappare Chichen Itza, la città dei Maya più famosa e meglio conservata della penisola, le fascinose rovine di Uxmal, il sito Maya fra le colline Puuc, la misteriosa Cobà, città maya immersa nella giungla. Se siete alla ricerca di un’esperienza unica allora dovrete nuotare in un “cenote”, il tipico pozzo naturale scavato nelle rocce, dove in passato di celebravano cerimonie religiose.

La città di Campeche, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è ricca di mura e palazzi coloniali costruiti dalle ricche famiglie di origine spagnola. E non dimenticate le spiagge… Dall’isola di Cozumel con le sue acque limpide ideali per le immersioni e per lo snorkeling alle spiagge di Puerto Progreso consigliate a chi voglia praticare sport nautici. E se cercate il relax totale allora scegliete le Bahias de Punta Soliman, la tranquillissima Costa Maya, o le spiagge di Seyba e Bonita intorno a Campeche, con spiaggia purissima e mare splendente.

, ,


Comments are closed.