Viaggio Affari

curiosità,Indagini

Viaggi d’affari in calo: è un male o un bene?

11 Nov , 2016  

Il settore del business travel è in calo. Secondo i dati ISTAT dal 2014 al 2015 il totale delle trasferte per viaggi d’affari si è ridotto del 15%, passando dagli 8,112 milioni ai 6,894 milioni.

L’andamento negativo è in realtà in atto già da tre anni e sta proseguendo. In particolare sono diminuiti gli spostamenti per recarsi a congressi, conferenze e convegni (-43,9%), per fare corsi di aggiornamento (-61,5%) e per partecipare a fiere ed esposizioni (-62,5%).

Il dato statistico in diminuzione è certamente lo specchio della crescente tendenza delle imprese a contenere di più le spese aziendali. Al di là del viaggio in sé, è infatti in calo anche il numero generale di lavoratori che fanno semplici spostamenti per ragioni d’affari.

Non è detto però che questo trend negativo sia necessariamente un male per tutti. In tema di business travel, infatti, sembra esserci tra i lavoratori una visione contrastante: alcuni ritengono questi viaggi occasioni di stress e fatica, altri invece li vedono come delle ottime opportunità di crescita professionale.

Booking.com ha realizzato di recente uno studio, intervistando 4.500 uomini d’affari, provenienti da 8 diversi Paesi, che viaggiano spesso su treni e aerei. Il risultato della ricerca ha mostrato che il 93% del campione intervistato considera la pianificazione e l’organizzazione del viaggio un momento stressante, anche perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo.

Andando più nello specifico, il 47% degli intervistati ha detto di essere ormai insofferente per colpa di ritardi e cancellazioni delle partenze, il 35% ha mostrato una particolare avversione per il jet lag e il 34% ha dichiarato di non sopportare le lunghe code ai controlli. Infine, c’è stato anche un 34% che ha confessato di non amare questi viaggi perché lo tengono dalla famiglia e dagli amici.

Il settore turistico ne risente, quindi, ma forse certi business man tireranno un sospiro di sollievo.


Comments are closed.