Uncategorized

Non solo turismo: il trend positivo del mercato immobiliare di Londra

16 Sep , 2013  

Il mercato immobiliare a Londra è in continua crescita e registra valori sempre positivi, valori che risultano particolarmente allettanti per gli investitori asiatici. In principio erano quelli mediorientali che ambivano all’acquisto di proprietà lussuose nella capitale britannica, consci del fatto che l’investimento avrebbe reso nel tempo, ora però dopo la crisi il trend sta cambiando e i migliori investitori sono i cinesi. Non è esattamente un fenomeno dell’ultimo minuto, in realtà gli imprenditori asiatici avevano messo gli occhi sul mercato immobiliare a Londra già da più di un anno.

Il pioniere dell’acquisto di case a Londra era stato il fondo sovrano cinese con un capitale di 410 miliardi di Sterline, la China Investment Corporation che, appunto lo scorso anno, aveva acquistato il polo operativo della Deutsche Bank a Londra per una cifra di tutto rispetto, 250 milioni di sterline. Questo è stato solo l’inizio di una proficua serie di investimenti di capitale estero nel mercato immobiliare britannico. Un altro grande investitore è Ping An, il colosso dell’ambito assicurativo cinese che ha speso ben 390 milioni di dollari per acquistare l’edificio progettato dall’architetto Richard Rogers, il Lloyd’s Building.

Questo è uno degli immobili più noti della city perché è la sede storica della società di assicurazioni omonima, appunto la Lloyd. Il magnate cinese ha fiutato l’affare e non se l’è fatto sfuggire. Infatti l’edificio vanta un ritorno d’investimento che oscilla tra il 6% e il 9%, un vero e proprio business se si pensa che mediamente gli edifici a uso ufficio o commerciale in Cina arrivano a rendere al massimo un 5%. Questo nonostante la grande speculazione edilizia che sta investendo il Paese. Il trend è quello di accumulare capitale da reinvestire nel mercato del mattone, preferibilmente straniero, dati i tassi di rendita.

Prova ne è il fatto che sta per sorgere, sulle ex darsene del Tamigi, non lontano dal City Airport, un nuovo quartiere del business di matrice asiatica, ma che sarà aperto agli affari internazionali, come sostiene Xu Weiping, presidente della società edilizia Advanced Business Park, che si sta occupando del progetto da oltre un miliardo di Dollari. Il progetto dell’albergo a 5 stelle del gruppo immobiliare cinese Dalian Wanda è, invece, di 1,5 miliardi di Dollari.

L’albergo, strutturato come un grattacielo, avrà ben 160 stanze suddivise su 60 piani proprio sulle rive del Tamigi. Si capisce facilmente quindi come gli investimenti esteri nell’immobiliare londinese siano aumentati del 22% dallo scorso anno, al contrario del trend generale che, invece, registra un pesante calo del 18%. L’appetibilità di questo mercato sta attirando numerosi capitali esteri, tra cui anche quelli italiani che preferiscono, a quasi parità di risorse investite, garantirsi ritorni sull’investimento pressochè certi.

, , ,