Uncategorized

Spaccanapoli, cuore vibrante di una splendida città

20 May , 2013  

Nonostante la sua valorizzazione lasci spesso a desiderare, Napoli è una città davvero incantevole e colma di attrattive turistiche di primissimo piano.

Il capoluogo della Campania è un luogo di enorme fascino, un concentrato di storia, cultura e straordinarie bellezze paesaggistiche, le quali includono la baia del Golfo di Napoli e il Vesuvio, il famoso vulcano che la simboleggia.

E’ importante sottolineare come un solo week-end non sia sufficiente per gustarsi al meglio la città, che è vastissima e ricca di anfratti meravigliosi tutti da scoprire. Vi consigliamo dunque di rimanere nella città del Vesuvio almeno tre o quattro giorni e, se desiderate optare per una soluzione economica, sono tanti gli alberghi della gioventù a Napoli pronti ad ospitarvi.

La visita della città campana non può che cominciare dal suo fantastico centro storico, che è il più esteso d’Europa, ed è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Potete dunque cominciare a scoprire Napoli partendo dal suo più pittoresco quartiere, Spaccanapoli, ricchissimo di monumenti di grande fascino; esso è chiamato così proprio perché, partendo dai Quartieri Spagnoli e giungendo fino al Quartiere di Forcella, taglia in linea retta il centro cittadino. Tra i tanti edifici che si incontrano visitando Spaccanapoli vi sono il Monastero di Santa Chiara, particolarissimo miscuglio tra stile gotico e barocco, dotato di un bellissimo chiostro, Piazza del Gesù Nuovo, Piazza San Domenico Maggiore e Piazzetta Nilo, la Cappella San Severo, in cui sono presenti splendide opere d’arte, tra le quali spicca il Cristo Velato, Sacro Monte di Pietà, antico palazzo, che ospita la Pietà di Michelangelo Naccherino e, infine, la Basilica di San Lorenzo Maggiore, affascinante chiesa in stile gotico.

Spaccanapoli, scrigno di meravigliosi tesori, è comunque solo una parte delle tante attrazioni offerte da Napoli. Se non avete ancora avuto la fortuna di visitarla, vi invitiamo dunque a farlo al più presto.

, , , , ,