Uncategorized

Senigallia, una romantica passeggiata alla Rotonda a Mare

16 Jan , 2014  

La rotonda a mare è uno dei simboli turistici della città di Senigallia a partire dall’anno nel quale venne realizzato. Dal 1933 rappresenta il punto d’incontro per tutti coloro i quali vengono a trascorrere le vacanze a Senigallia. Vi sono vari hotel di Senigallia che si trovano ad essere nei suoi pressi. La sua storica forma architettonica a conchiglia conferisce ancora oggi un particolare fascino alla rotonda a mare, aggiungendo una qualità scenografica impareggiabile.

Verso gli Anni Ottanta questo tesoro tanto importante per la città, attraversò un periodo buio e venne addirittura chiuso. A partire dal 2006 la rotonda a mare è tornata a vivere, recuperando rapidamente quel prestigio che aveva assunto negli anni. Trascorrendo le vacanze a Senigallia presso i numerosi hotel presenti nella città si avrà occasione di partecipare ai vari eventi di intrattenimento musicale che vengono organizzati. Le occasioni per trascorrere le proprie vacanze a Senigallia in maniera interessante sono tante.

Una delle più romantiche è il passeggiare lungo la tanto decantata spiaggia di velluto al tramonto del sole, in compagnia della persona che amiamo, facendoci magari avvolgere dolcemente dai morbidi colori e dalle tenue tonalità del mare. Momenti unici che trascorrendo le vacanze a Senigallia possono essere vissuti in tutta rilassatezza. Alloggiando presso i vari alberghi a Senigallia si ha anche l’occasione di seguire gli eventi proposti al teatro La Fenice.

Un cartello nel quale si possono trovare vari appuntamenti come ad esempio concerti, rappresentazioni di prosa e spettacoli teatrali. Di particolare interesse è il rinvenimento avvenuto durante dei lavori di restauro di numerosi reperti risalente al periodo romano. L’area archeologica è visitabile attraverso un ingresso che si trova sotto le mura nei pressi dei giardini. Si potranno ammirare fra le molte cose presenti, una grande domus, i resti di antiche botteghe, e il tracciato di una strada romana.


Comments are closed.