mendenhall

Uncategorized

Le Grotte di ghiaccio di Mendenhall

17 Aug , 2015  

Nelle viscere di Mendenhall, in Alaska, si trovano surreali grotte di ghiaccio. Iniziamo spiegandovi la conformazione del ghiacciaio di Mendenhall, che è sostanzialmente un fiume ghiacciato, come tanti nella zona sud est dell’Alaska, formatosi durante la piccola era glaciale avvenuta circa nel 1000 a.C..

Partendo dalla capitale dell’Alaska, Juneau, scorre per più di 19km nella valle Mendenhann. In origine veniva chiamato dagli indigeni Sitaantaagu, che letteralmente significa “ghiacciaio dietro la città”, oppure Aak’wtaaksit, ovvero “ghiacciaio dietro il lago”.

Il suo nome attuale gli è stato conferito nel 1899, in onore di Thomas Corwin Mendenhall, sovrintendente dello U.S. Coast and Geodetic Survey (1889-1894).

Per visitare questa meraviglia naturale purtroppo non si può attendere a lungo, perchè il ghiacciaio si sta ritirando sempre più. Gli effetti del riscaldamento globale sono tangibili in questa zona, che dal 1942 viene monitorata dalla Icefield Rsearch Programma Juneau. È stato riscontrato che dal 1958 ad oggi è arretrato di più di 3km.

Le conseguenze di questo fenomeno sono molteplici, alcunepositive altre meno. Lo scioglimento crea incredibili paesaggi inediti e apre nuove grotte al suo interno.

Dal 1931 ha iniziato a formarsi il lago Mendenhall, che ancora oggi è in continua crescita. Presenta un ecosistema unico, ricco di salmoni e trote, che fa di esso una forte attrazione per la pesca sportiva.

Inoltre l’arretramento sta lasciando comparire tronchi e fossili antichi, che gli scienziati utilizzano per ricostruire informazioni sulla genetica di più di 3000 anni fa. Sembra che il fiume abbia ricoperto e congelato una vera e propria foresta, e che oggi ce la stia restituendo con tutte le sue caratteristiche originarie .

L’altro lato della medaglia è che ancora in molte città, come pure Anchorage, i cittadini utilizzano i ghiacciai come principale fonte di acqua potabile. Se questi andassero a scomparire gli abitanti di queste zone perderebbero la loro primaria fonte di acqua.

I sentieri escursionistici che partono dal centro visitatori Mendenhall Glacier va dal più breve, che è solo di mezzo chilometro a passeggiate di più di 10km che affrontano un dislivello di circa 1300 metri.

Ma solo i più sportivi possono ammirare la vera magia del Mendenhall, le grotte di ghiaccio, dove l’acqua scorre negli incavi delle pareti blu.

Per entrare all’interno del ghiacciaio si deve fare un tratto in kayak e un’arrampicata su ghiaccio, cosa non per tutti.

È necessaria una guida esperta per entrare in questo mondo turchese di ghiaccio in continua evoluzione. Ammirare questo spettacolo unico ha i suoi rischi, nessuno può prevedere quando l’acqua farà crollare un soffitto di ghiaccio.

Per questo è un viaggio adatto solo ai più spericolati amanti dell’avventura.


Comments are closed.