Firenze-Santa_Maria_del_Fiore

monumenti

Firenze città d’arte da scoprire

17 Mar , 2014  

Icona dello stile rinascimentale italiano, Firenze è una delle città d’arte più visitate al mondo, fiore all’occhiello della regione Toscana e dell’intero Bel Paese. Riuscire a riassumere in poche righe tutti i luoghi d’attrazione turistica offerti da una città ricca come Firenze è un’impresa impossibile. Occorrerà dunque citare solo i monumenti più celebri, quelli che nella vostra vacanza fiorentina non dovrete mancare di visitare.

La storia di Firenze è antichissima e, per alcuni secoli, è legata a filo doppio a quella di grandi personaggi italiani e di famiglie aristocratiche che della città toscana fecero la fortuna. Qui hanno vissuto celebri artisti, lavorando per ricchi mecenati e decorando quella che adesso è una delle località più apprezzate dagli appassionati d’arte.

Potreste iniziare il vostro soggiorno a Firenze dalla monumentale Piazza della Signoria, situata nel centro storico della città, poco distante dal Ponte Vecchio. Qui si trova il Palazzo Vecchio, un edificio del Trecento costruito con lo scopo di ospitare i Priori delle Arti. Sulla Piazza potrete ammirare anche la Loggia della Signoria (1376-1381), il Tribunale della Mercanzia (1359), il Palazzo Uguccioni (1550) e il Palazzo delle Assicurazioni Generali (1871). Piazza della Signoria ospita anche una copia del David di Michelangelo, la splendida Fontana del Nettuno e altre opere di alto prestigio artistico.

Continuate il vostro giro di Firenze recandovi presso il duomo della città. Parliamo della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, un’opera in stile gotico, rinascimentale e neogotico, celebre per essere sormontata da una ciclopica cupola ideata dal Brunelleschi. Il duomo è un edificio architettonicamente ineguagliabile che custodisce al suo interno opere di grandi artisti. Tra queste statue e affreschi di Donatello, Michelangelo e Arnolfo di Cambio.

Sull’omonima piazza potrete ammirare la sontuosa Basilica di Santa Maria Novella, un edificio costruito a partire dalla seconda metà del Duecento e terminato solo nel Quattrocento con il prezioso intervento di Leon Battista Alberti, autore della facciata. L’interno della chiesa, in stile gotico cistercense, è da mozzare il fiato. In fondo alla navata principale potrete ammirare il Crocifisso di Giotto, una delle opere più famose dell’artista toscano.

Non potrete di certo andare in vacanza a Firenze senza visitare gli Uffizi, il museo più famoso d’Italia. Qui, metaforicamente e non solo, non potrete fare a meno di perdervi tra le centinaia di opere d’arte esposte. Potrete ammirare, tra le altre, creazioni di Caravaggio, Cimabue, Michelangelo, Raffaello, Canaletto, Botticelli, Rembrandt e Tiziano.

L’Unesco ha dichiarato molti dei monumenti e dei musei di Firenze dei beni patrimonio dell’umanità. Tra questi la Basilica di Santa Croce, particolarmente amata dagli appassionati del Foscolo che la citò nel carme i Sepolcri. Qui sono sepolti alcuni degli uomini che hanno fatto grande l’Italia. Tra questi Leon Battista Alberti, Giovanni Gentile, Galileo Galilei, Niccolò Machiavelli, Gioacchino Rossini e Vittorio Alfieri. Manca Dante Alighieri al quale la città ha dedicato un monumento.

Se tutto questo vi ha convinto e desiderate trascorrere qui le vostre prossime vacanze allora non vi resta che prenotare, magari in uno dei tanti bed and breakfast presenti sul territorio fiorentino. Troverete decine di b&b a Firenze, cercando ad esempio da BBPlanet.it, nei pressi della stazione o delle più importanti attrazioni. Rinunciando al solito hotel e optando per questa soluzione alternativa potrete risparmiare diverse decine di euro.

Vera città di meraviglie, Firenze ispirò Klemens von Metternich che, riferendosi al capoluogo toscano, scrisse le seguenti parole: «Tutto qui spira grandezza, gusto, umanità, purezza, e bellezza, nel più alto grado. Credo che sarei più felice qui con voi, che in qualsiasi altro luogo. Ciò è il massimo elogio che io possa fare a questa città. Non so se voi amiate pitture, statue, bronzi, marmi antichi di tutte le qualità. Lo credo, perché lo desidero».


Comments are closed.