Lusso

Elba: l’isola del gusto

3 Dec , 2012  

Aria di feste voglia di vacanze! Con il Natale che arriva cresce sempre di più il desiderio di partire e di regalarsi, se non proprio una vacanza, magari anche solo un fine settimana lontani dallo stress e della vita quotidiana.

Per rilassarsi e ritrovare un po’ di tranquillità non s’è bisogno di spingersi troppo lontano, in quanto la nostra bella Italia possiede moltissimi luoghi da sogno che meritano di essere visitati.

Tra i tanti, oggi vogliamo parlarvi dell’Isola d’Elba, non però dal punto di vista naturalistico o artistico ma bensì gastronomico!

Tutti, infatti, conoscono le bellezze naturali di questa isola che nel tempo è riuscita a preservare intatto il suo patrimonio naturale, senza lasciarlo contaminare dagli effetti distorsivi del turismo di massa. Se da una parte, infatti, l’Elba ha conosciuto un notevole ampliamento del comparto turistico, con un forte potenziamento sia della rete ricettiva che dei collegamenti tramite i traghetti isola d’Elba, dall’altra si è sempre cercato di tutelare le caratteristiche e le peculiarità del territorio.

Detto questo oggi vogliano però parlare di un “lato” forse meno conosciuto dell’Elba: la gastronomia.

La prima cosa da dire è che la cucina elbana si basa su piatti semplici e genuini, preparati soprattutto con prodotti del territorio e con procedimenti antichi che hanno fatto più volte definire la cucina elbana come gastronomia povera.

Una delle principali caratteristiche della cucina locale è appunto quella di prediligere pietanze preparate con procedimenti lunghi e abbastanza complessi, molto spesso tramandati di generazione in generazione e che hanno come risultato piatti assolutamente eccezionali e di ineguagliabile sapore. Tra questi come non citare lo stoccafisso alla riese, un piatto solitamente accompagnato dalle acciughe sotto sale, da pomodori e cipolle, o il gurguglione, altra specialità riese, a base di verdure e riso.

Questi piatti, insieme alla schiaccia briaca, dolce tipico dell’Elba, sono preparati prevalentemente nel versante orientale dell’isola, dove è molto diffusa anche la sportella, ovvero un pane con anici a forma di ciambella molto saporito. Nel versante occidentale la tradizione gastronomica dell’Elba è invece rappresentata dalla schiacciunta, una fasta frolla decorata, il pane ferettato di San Piero, e le frittelle di castagne.

Ma non si può parlare della cucina dell’Elba senza citare i vini tutti di eccellente qualità e tra i quali vi consigliamo di assaggiare l’Elba Rosso, il Rosato e l’Ansonica.


Comments are closed.