antelope-canyon-457495_640

Uncategorized

Ancora in Arizona

24 Aug , 2015  

Continuiamo il nostro viaggio in Arizona con due tappe mozzafiato: Antelope Canyon e Horseshoe Bend. Dopo essere stati al Gran Canyon, la tappa forse più famosa di questo deserto roccioso, ci spostiamo più a nord verso Page.

La prima fermata è l’Horseshoe Bend, che in realtà non è alto che una curva del Colorado river a pochi chilometri da Page.

Detta così sembrerà banale, in realtà il fiume ha eroso nei millenni la roccia creando uno degli spettacoli naturali più affascinanti del mondo.

Partendo dalla U.S. Route 89 si arriva al punto di osservazione con una breve camminata di circa   venti minuti. Vi troverete sull’orlo di un precipizio profondo circa 100 metri da cui si vede interamente il ferro di cavallo formato dal fiume e l’enorme monolite che si erge al centro di un cerchio quasi perfetto.

Se riuscite ad arrivarci all’ora del tramonto vi godrete uno spettacolo di silenzio e colori indescrivibile. Potrete sedervi e ammirare l’opera del tempo e della terra.

Proseguendo poi ad est non possiamo mancare l’Antelope Canyon.

Spesso saltato dai tour organizzati, è un canyon di arenaria che si trova nella riserva Navajo.

A differenza della maggior parte degli altri parchi americaniqui è necessario prenotare, quindi bisogna organizzasi anticipatamente.

Gli orari delle visite variano a seconda del periodo, da fine marzo ad inizio novembre è aperto dalle 8:00 alle 17:00, mentre da novembre ad inizio marzo dalle 9:00 alle 15:00; a prescindere dagli orari potete visitarlo sempre, sette giorni su sette. Il costo della visita per due persone si aggira attorno ai 90 dollari.

Il canyon è veramente insolito, lungo solo 500m, consiste in un sinuoso passaggio attraverso l’arenaria. Un vero bagno di colore, tra sfumature rosse e viola che mutano a seconda della luce che penetra dall’alto.

Le pareti intagliate dal vento e dall’acqua lo rendono il più fotografato dei parchi USA.


Comments are closed.